Silvia Tuccimei 'Dignitas Terrae'

La pittura diventa illusione ottica al contrario, il frammento un mattoncino atomico e energia vibratoria del colore in movimento che cerca la sua collocazione, così come l’inconscio cerca la forma e la reinventa continuamente.

L’intento è di estendere le mie ricerche pittoriche a partire dal mio lavoro di scultura, dove prediligo l’illusione ottica e la smaterializzazione del materiale plastico.

Metafora della ricerca spirituale che va al di là delle apparenze, per scendere nella parte più segreta dell’essere e consentire all’inconscio di riportare alla superficie il materiale onirico, proporre figure e simboli come chiavi, capaci di introdurci a realtà sottili e a concetti profondi sulla nostra stessa natura di esseri terrestri, per riconquistare il paradiso. La nostra Dignitas Terrae.

Silvia Tuccimei